China Justice Observer China

?

IngleseAraboCinese (semplificato)OlandeseFranceseTedescoHindiItalianoGiapponeseCoreanoPortogheseRussoSpagnolosvedeseebraicoIndonesianovietnamitatailandeseTurcoMalay

Così hanno parlato i giudici cinesi sulla notifica transfrontaliera dei processi: approfondimenti dei giudici della Corte suprema cinese sull'emendamento del 2023 alla legge sulla procedura civile (2)

Gio, 21 mar 2024
Categorie: Approfondimenti
Collaboratori: Meng Yu 余 萌
Editor: Shuai Huang

Key Takeaways:

  • La CPL del 2023 adotta un approccio orientato ai problemi per riformare il servizio processuale nei casi legati all’estero, con l’obiettivo di affrontare le difficoltà espandendo i canali disponibili e abbreviando il servizio in termini di periodo di pubblicazione.
  • L’inclusione di più enti che accettano la notifica di processi per conto di terzi e l’introduzione di metodi flessibili di notifica segnalano un’iniziativa più ampia per adattare le procedure legali alla complessità dei casi internazionali.
  • Questa riduzione del servizio per periodo di pubblicazione, da tre mesi a 60 giorni per le parti non domiciliate in Cina, riflette uno sforzo concertato per migliorare l’efficienza nei casi relativi all’estero.

Il 1° settembre 2023, il quinto emendamento alla legge sulla procedura civile della RPC (la "CPL 2023") è stato adottato dalla massima legislatura cinese, il Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo. La CPL del 2023 ha apportato modifiche significative alle procedure civili internazionali. Tra gli altri, importanti cambiamenti si riscontrano nelle norme sulla giurisdizione civile internazionale, sul riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze straniere e sulla notificazione transfrontaliera dei processi.

Abbiamo fornito una guida tascabile per far conoscere ai lettori CJO questi sviluppi salienti nella CPL del 2023.

Articoli correlati:

Nel dicembre 2023, il giudice Shen Hongyu e il giudice Guo Zaiyu della quarta divisione civile della Corte suprema del popolo cinese (SPC) hanno pubblicato un articolo "Commento e interpretazione delle disposizioni riviste della parte del diritto di procedura civile relativa agli stranieri" (《民事诉讼法》涉外编修改条款之述评与解读) in “China Law Review”(中国法律评论)(N. 6, 2023), condividendo le loro opinioni sugli sviluppi della CPL del 2023.

Lo scopo di questa serie è presentare il punto di vista dei giudici della CPS, del giudice Shen e del giudice Guo, su alcuni aspetti chiave, tra cui le norme sulla giurisdizione civile internazionale, le norme sulla notificazione transfrontaliera degli atti processuali e sull'assunzione delle prove, e le norme sul riconoscimento e esecuzione delle sentenze straniere.

Articoli correlati:

La “difficoltà di esecuzione del processo” nei casi legati all’estero è stata a lungo un grave ostacolo all’efficienza del contenzioso civile e commerciale in Cina. C'è stato un forte appello da parte di vari settori della società per migliorare l'efficienza del servizio del processo.

La CPL modificata adotta un approccio orientato ai problemi e riforma il sistema dei servizi legati all'estero sulla base dell'esperienza pratica e delle esigenze di notifica dei processi nei casi legati all'estero. Ha lo scopo di superare la difficoltà del servizio ampliando i canali disponibili e accorciando il periodo di servizio mediante pubblicazione.

Arte. 283 del 2023 CPL migliora l'attuale sistema di notificazione processuale relativa all'estero nei seguenti aspetti.

1、Espandere i canali per i servizi di processo relativi all'estero

1.1 Più enti che accettano la notifica di atti processuali per conto di terzi

Da un lato, l'art. 283 rimuove alcune restrizioni all'accettazione del servizio da parte degli enti esistenti. In particolare, non è più necessario che gli agenti ad litem o le filiali delle persone giuridiche siano “autorizzati ad accettare la prestazione per proprio conto”. Ai sensi di tale articolo, i rappresentanti legali, con delega generale o specifica, hanno l'obbligo di accettare gli atti giudiziari per conto delle parti che rappresentano. Inoltre, le sedi distaccate, in quanto istituzioni interne dei soggetti da servire, sono tenute anche a consegnare tempestivamente gli atti giudiziari alle persone giuridiche affiliate dopo aver accettato la notifica.

D'altro canto, l'art. 283 introduce nuovi soggetti che possono accettare il servizio, come le imprese interamente controllate stabilite nel territorio cinese dalla persona da servire. Stabilisce inoltre nuove regole per la notifica quando la persona da notificare è uno straniero o un apolide che agisce come rappresentante legale o persona principale responsabile di una persona giuridica o altra organizzazione stabilita nel territorio della Cina. Inoltre, si specifica che quando si presta servizio a una persona giuridica o organizzazione straniera, la notifica può essere resa al suo rappresentante legale o al responsabile principale se si trova nel territorio della Repubblica popolare cinese.

1.2 Modalità di servizio più flessibili

Arte. 283, comma 9, prevede che il servizio elettronico non si limiti più a modalità quali il fax o la posta elettronica. La notifica elettronica richiede soltanto una conferma di ricevimento da parte della persona da notificare, a meno che tale modalità di notifica sia vietata dalla legge del paese in cui si trova la persona da notificare.

Inoltre, l'art. 283 introduce la disposizione della notificazione mediante “altre modalità convenute dal destinatario della notifica”. Questo vario metodo di servizio è relativamente aperto, comprese opzioni come la consegna da parte di amici o familiari, a condizione che la persona da servire acconsenta e non violi la legge del paese in cui si trova la persona da servire. Ciò che costituisce il consenso della persona da notificare deve essere chiarito nella pratica giudiziaria. In generale, possono essere considerati consenso esplicito documenti come il modulo di conferma dell'indirizzo di notifica compilato dalla persona da notificare o un accordo contenente clausole di notificazione e procedura firmato dalla persona da notificare.

2、Migliorare il sistema di servizio tramite pubblicazione

La notificazione mediante pubblicazione è una modalità di notificazione prescritta dalla legge. Il periodo di pubblicazione nelle cause nazionali è stato ridotto da 60 a 30 giorni, il che ha portato a un forte appello da parte di vari settori della società affinché il periodo di notificazione mediante pubblicazione anche nelle cause relative all’estero dovrebbe essere abbreviato al fine di migliorare l’efficienza. del contenzioso legato all’estero.

In corso di redazione sono stati avanzati alcuni suggerimenti per considerare di accorciare il termine per la notificazione mediante pubblicazione nelle cause relative all'estero a quello delle cause nazionali, che è di 30 giorni, con l'obiettivo di migliorare l'efficienza della notifica relativa all'estero. processi.

I periodi rilevanti nei procedimenti civili e commerciali legati all'estero sono generalmente due volte più lunghi di quelli dei casi nazionali. Ad esempio, il periodo di ricorso e quello per presentare una memoria di difesa per le parti non domiciliate nel territorio cinese sono entrambi di 30 giorni, mentre i termini sono di 15 giorni per le parti domiciliate nel territorio cinese. Pertanto, il Quinto Emendamento riduce il termine per la notifica mediante pubblicazione per i soggetti non domiciliati nel territorio cinese dagli attuali tre mesi prescritti dalla CPL a 60 giorni.

Articoli correlati:

 

 

Foto di Zongnan Bao on Unsplash

Collaboratori: Meng Yu 余 萌

Salva come PDF

Ti potrebbe piacere anche

SPC interpreta trattati e pratiche internazionali nei tribunali cinesi

Nel dicembre 2023, la Corte Suprema del Popolo cinese (SPC) ha riaffermato la supremazia dei trattati internazionali sulle leggi nazionali nelle cause civili e commerciali legate all'estero con la sua "Interpretazione su diverse questioni riguardanti l'applicazione dei trattati internazionali e delle pratiche internazionali" (关于审理涉外民商事案件适用国际条约和国际惯例若干问题的解释).

La Corte commerciale internazionale di Pechino emana le linee guida per l'applicazione della Convenzione sull'apostille dell'HCCH del 1961

La Corte commerciale internazionale di Pechino ha pubblicato linee guida che chiariscono l'applicazione della Convenzione sull'apostille HCCH del 1961 in Cina, con l'obiettivo di chiarire le procedure per le parti che non hanno familiarità con la Convenzione e di consentire una circolazione transfrontaliera dei documenti più rapida, più economica e più conveniente.

Così hanno parlato i giudici cinesi sul riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze straniere: approfondimenti dei giudici della Corte suprema cinese sull'emendamento del 2023 alla legge sulla procedura civile (4)

La legge sulla procedura civile del 2023 introduce norme sistematiche per migliorare il riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze straniere, promuovendo la trasparenza, la standardizzazione e la giustizia procedurale, adottando al contempo un approccio ibrido per determinare la giurisdizione indiretta e introducendo una procedura di riesame come rimedio legale.

Così hanno parlato i giudici cinesi sull'assunzione di prove all'estero: approfondimenti dei giudici della Corte suprema cinese sull'emendamento del 2023 alla legge sulla procedura civile (3)

La legge sulla procedura civile del 2023 introduce un quadro sistematico per l'assunzione delle prove all'estero, affrontando le sfide di lunga data nei contenziosi civili e commerciali, abbracciando al tempo stesso metodi innovativi come l'utilizzo di dispositivi di messaggistica istantanea, migliorando così l'efficienza e l'adattabilità delle procedure legali.