China Justice Observer China

?

IngleseAraboCinese (semplificato)OlandeseFranceseTedescoHindiItalianoGiapponeseCoreanoPortogheseRussoSpagnolosvedeseebraicoIndonesianovietnamitatailandeseTurcoMalay

Scontare le sentenze agli imputati con sede in Cina per posta? Pensa due volte

Domenica, 29 gennaio 2023
Categorie: Approfondimenti
Collaboratori: Meng Yu 余 萌
Editor: CJ Observer

Avatar

 

Le prelibatezze chiave:

  • Un'adeguata notifica del processo è vitale per l'esecuzione delle sentenze straniere in Cina. Sono sia le convocazioni in tribunale che le sentenze del tribunale che richiedono un servizio adeguato agli imputati con sede in Cina.
  • Secondo le leggi cinesi, non è valido notificare sentenze straniere per posta, e-mail o fax alle parti in causa in Cina.
  • Secondo i tribunali cinesi, la notifica impropria delle sentenze costituirebbe un motivo di licenziamento o di rifiuto per l'esecuzione della sentenza in Cina.

Per coloro che desiderano eseguire una sentenza straniera in Cina, la negligenza al servizio del processo non è solo un piccolo errore, ma una dolorosa lezione.

Ci si potrebbe chiedere come mai il Ministero della Giustizia cinese (MOJ) abbia risposto alla questione della notificazione del processo, in particolare della notificazione via posta in dettaglio, nel suo recente “Domande e risposte frequenti sull'assistenza giudiziaria internazionale in materia civile e commerciale” (di seguito “le risposte del MOJ”, 国际民商事司法协助常见问题解答) pubblicato sul suo sito ufficiale il 24 giugno 2022.

Un'ipotesi ragionevole: la domanda "posso inviare documenti stranieri per posta, e-mail o fax" viene posta così spesso.

La risposta del MOJ è "No". Abbastanza semplice. In breve, questo tipo di servizio non è consentito ai litiganti con sede in Cina e sarà considerato un servizio non valido, un fattore fatale che comporta il mancato riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze straniere in Cina.

Conoscere le risposte MOJ è solo l'inizio. Poiché abbiamo anche ricevuto simili richieste di consulenza da parte di numerosi creditori giudiziari, è giunto il momento di esaminare queste domande sulla notificazione di atti giudiziari stranieri in Cina. E in questo post, ci concentreremo sul servizio di sentenze straniere.

Le sentenze straniere devono essere notificate agli imputati con sede in Cina?

Sì. Proprio come le citazioni in tribunale straniere, anche le sentenze straniere devono essere notificate alle parti in causa in Cina.

Un'adeguata notifica del processo è vitale per l'esecuzione delle sentenze straniere in Cina. In questo contesto, sia la citazione in giudizio che le sentenze del tribunale richiedono un servizio adeguato alle parti in causa in Cina.

Alcuni litiganti possono trascurare l'importanza di un'adeguata notifica delle sentenze. Alcuni potrebbero persino confondere la notificazione della citazione in giudizio con quella delle sentenze giudiziarie, portando a una falsa percezione che tutto il lavoro sia svolto una volta che la citazione in giudizio è stata notificata correttamente.

Come mostrato nei casi discussi di seguito, la notifica impropria delle sentenze, per non parlare della mancata notifica delle sentenze, costituirebbe un ostacolo sostanziale alle domande di esecuzione delle sentenze straniere in Cina.

Le sentenze straniere possono essere notificate per posta?

No. Come affermano le risposte del MOJ, secondo le leggi cinesi, non è valido notificare sentenze straniere per posta, e-mail o fax alle parti in causa in Cina.

Per essere più precisi, il servizio tramite posta internazionale o e-mail o fax è un servizio non valido ai sensi della legge cinese. Se un tribunale straniero emette una sentenza basata su questo tipo di notifica, se tale sentenza straniera richiede il riconoscimento e l'esecuzione in Cina, tale notificazione o comunicazione sarà considerata un vizio procedurale, e quindi la sentenza non sarà riconosciuta ed eseguita dai tribunali cinesi .

Cosa succede se si notificano sentenze per posta?

Secondo i tribunali cinesi, quando una sentenza straniera non viene correttamente notificata alla parte in causa in Cina, i suoi diritti di appello non sono ragionevolmente garantiti, il che costituirebbe un motivo di archiviazione o di rifiuto per l'esecuzione della sentenza ai sensi delle leggi cinesi.

Un esempio può essere trovato in una risposta della Corte suprema del popolo cinese (SPC) al caso Hukla-Werke GmbH Matratzenund Polstermoebel v., Pechino Fukela Furniture Selling Co., Ltd.,[1] in cui il creditore ha chiesto l'esecuzione di una sentenza di un tribunale tedesco. Sia la Germania che la Cina sono Stati membri della Convenzione sui servizi dell'Aia e, in quel procedimento giudiziario tedesco, la citazione e le denunce sono state notificate dall'autorità centrale straniera ai sensi della Convenzione sui servizi dell'Aia, ma la sentenza è stata notificata per posta. In questa risposta, l'SPC ha indicato che la notifica della sentenza per posta non è accettata dalla Cina, il che rende la sentenza inefficace per l'imputato – un motivo di licenziamento per l'esecuzione delle sentenze straniere.

Un altro esempio è il caso LaSARLK.CC contro Chenzhou Hualu Digital Technology Co., Ltd.,[2] in cui il creditore ha chiesto l'esecuzione di una sentenza di un tribunale francese. Il tribunale locale della provincia di Hunan ha deciso di rifiutare l'esecuzione della sentenza francese perché la sentenza straniera non è stata correttamente notificata all'imputato cinese (poiché la corte non ha trovato alcun verbale di notifica della sentenza presso il ministero della Giustizia), il che ha privato l'imputato della il diritto di appello, mettendo in pericolo l'ordine pubblico – un motivo di rifiuto per l'esecuzione di sentenze straniere.

Una differenza tra un motivo di rigetto e un motivo di rifiuto è la conseguenza, il primo comporta il "rigetto della domanda" (驳回申请) mentre il secondo porta al "rifiuto del riconoscimento e dell'esecuzione" (不予承认和执行). Dopo il licenziamento, il richiedente può scegliere di presentare nuovamente domanda quando la domanda soddisfa i requisiti per l'accettazione successiva. In caso di diniego di riconoscimento ed esecuzione, invece, il provvedimento di diniego è definitivo e non impugnabile. Una discussione dettagliata può essere trovata nel nostro post precedente "Condizioni per l'esecuzione delle sentenze straniere in Cina".

Qual è la cosa giusta da fare allora?

L'approccio corretto è quello di inoltrare la richiesta di notificazione al Ministero della Giustizia o al Ministero degli Affari Esteri attraverso i canali previsti dal relativo trattato (es. Convenzione dell'Aja sui servizi, trattati bilaterali di assistenza giudiziaria) o diplomatici (in assenza di pertinenti trattati), e i tribunali cinesi notificheranno i documenti. Questo viene anche dalle risposte MOJ.

Alla fine della giornata, non possiamo mai trascurare l'importanza di un servizio adeguato delle sentenze straniere in Cina.

 

, Hukla-Werke GmbH Matratzen- und Polstermoebel v., Pechino Fukela Furniture Selling Co., Ltd., (2010) Min Si Ta Zi No.81 (Risposta della Corte suprema del popolo cinese, 23 dicembre 2010).

, LaSARLK.CC contro Chenzhou Hualu Digital Technology Co., Ltd., (2016) Xiang 10 Xie Wai Ren n. 10 (Corte Intermedia del Popolo di Chenzhou, 20 giugno 2017).

 

 

 

 

Collaboratori: Meng Yu 余 萌

Salva come PDF

Ti potrebbe piacere anche

Decodificare il punto di svolta: uno sguardo più attento al riconoscimento della bancarotta giapponese da parte della Cina

Questo articolo di follow-up si concentra sull'esame dettagliato del caso Shanghai International Corporation da parte della Corte cinese nel 2023, evidenziando l'importanza della reciprocità nelle procedure fallimentari transfrontaliere e sottolineando l'approccio in evoluzione della Cina al riconoscimento delle sentenze straniere (vedi In re Shanghai International Corporation (2021 ) Hu 03 Xie Wai Ren No.1).

SPC interpreta trattati e pratiche internazionali nei tribunali cinesi

Nel dicembre 2023, la Corte Suprema del Popolo cinese (SPC) ha riaffermato la supremazia dei trattati internazionali sulle leggi nazionali nelle cause civili e commerciali legate all'estero con la sua "Interpretazione su diverse questioni riguardanti l'applicazione dei trattati internazionali e delle pratiche internazionali" (关于审理涉外民商事案件适用国际条约和国际惯例若干问题的解释).

Così hanno parlato i giudici cinesi sul riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze straniere: approfondimenti dei giudici della Corte suprema cinese sull'emendamento del 2023 alla legge sulla procedura civile (4)

La legge sulla procedura civile del 2023 introduce norme sistematiche per migliorare il riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze straniere, promuovendo la trasparenza, la standardizzazione e la giustizia procedurale, adottando al contempo un approccio ibrido per determinare la giurisdizione indiretta e introducendo una procedura di riesame come rimedio legale.

Così hanno parlato i giudici cinesi sulla notifica transfrontaliera dei processi: approfondimenti dei giudici della Corte suprema cinese sull'emendamento del 2023 alla legge sulla procedura civile (2)

La legge sulla procedura civile del 2023 adotta un approccio orientato ai problemi, affrontando le difficoltà nella notifica dei processi per le cause relative all'estero espandendo i canali e riducendo il servizio per periodo di pubblicazione a 60 giorni per le parti non domiciliate, riflettendo un'iniziativa più ampia per migliorare l'efficienza e adattare le procedure legali alle complessità del contenzioso internazionale.